Graffaggi per murature a doppio strato Graffaggi per murature a doppio strato

Graffaggi per murature a doppio strato

Lo scopo dei graffaggi è quello di legare le due pareti di una muratura a doppio strato, in modo da creare un insieme più stabile e robusto.
Nei casi più frequenti, una sola delle due pareti è particolarmente snella ed è proprio il caso dei rivestimenti in laterizio faccia a vista, infatti se da un lato i mattoni hanno una notevole resistenza a compressione ed è possibile quindi realizzare pareti dello spessore di una testa alte vari piani, dall’altro il problema di una parete così sottile è quello di poter essere deformata dall’azione del vento.

Per contrastare questa eventualità si può agire in due modi:
  • Progettando opportunamente la parete, in modo che essa possa resistere in virtù della propria forma,
  • Collegandola alla struttura interna mediante graffaggi.
I graffaggi possono essere sostanzialmente di due tipi:
  • "sottili e numerosi", distribuiti nel numero minimo di 4 o 5 per metro quadrato, realizzati con piattine metalliche o tondini dello spessore di 3-4 mm.
  • "grossi e pochi", collocati nei punti chiave (in corrispondenza di pilastri e solette del telaio in c.a.), hanno uno spessore maggiore di quelli sottili, ma comunque sempre inferiore a quello dei giunti di malta della parete esterna in mattoni a vista.
Le graffe disponibili in commercio sono di diverse misure e forme, in acciaio inossidabile, acciaio zincato, in lega o in polipropilene.

Graffaggi "sottili e numerosi"

Sono particolarmente efficaci quando la modularità dei blocchi della parete interna e la dimensione dei pannelli isolanti è coordinata, in modo che i graffaggi vadano a coincidere con il bordo dei pannelli stessi. Se invece non si ha questa modularità, la posa in opera presenta qualche complicazione quando, in corrispondenza di ogni graffa, va effettuato un taglio od un foro nelmateriale isolante.

 

Schema di posizionamento delle graffe, in ragione di circa 4 -5 pz. al Mq

 

Lungo i bordi liberi gli ancoraggi vanno posizionati entro una fascia di circa 30 cm dall'estremità prevedendone almeno 3 ogni metro lineare.

Graffaggi "grossi e pochi"

I graffaggi di questo tipo si stanno affermando negli ultimi anni proprio per risolvere il problema dell’inserimento dei pannelli isolanti, nonché per ridurre il tempo necessario per la posa e diminuire il numero totale dei pezzi.

Esempio di posizionamento dei graffaggi del tipo "grossi e pochi" in corrispondenza delle solette, con interasse di circa 50 - 6 0cm. Se ritenuto opportuno del progettista, la spaziatura in orizzontale può essere aumentata, inserendo una o due file intermedie ancorate alla parete interna.